“Baliano: Quanto vale Gerusalemme?
Ṣalāḥ al-Dīn: Niente, tutto.”
Questo scambio di battute tra l’eroe di Gerusalemme e il saraceno conquistatore lo ascoltiamo a fine film ma, prima di arrivare a questo punto di svolta, dobbiamo fare una lunga digressione. Le crociate – Kingdom of Heaven è il colossal firmato da Ridley Scott, rilasciato nelle sale cinematografiche nel lontano 2005. Il cast è da urlo: Orlando Bloom, Eva Green, Liam Neeson, Jeremy Irons, Marton Csokas Jr ed Edward Norton. Il soggetto della sceneggiatura è uno di quelli che tira sempre: cavalieri in battaglia, e non una battaglia qualunque, bensì l’antefatto della terza crociata. A prescindere dalle opinioni personali sulla pellicola, una cosa bisogna riconoscerla: nel film sono presenti quasi tutti i personaggi storici che in quegli anni decisero le sorti del Regno di Gerusalemme.
La nostra storia inizia in Francia nel 1184, dove troviamo un povero maniscalco devastato dal suicidio della moglie causato dalla perdita del figlio. In paese arrivano i cavalieri crociati sotto la guida di Goffredo di Ibelin, giunto in Francia per ritrovare suo figlio e per portarlo con sé. Baliano, il maniscalco, è l’uomo che sta cercando e anche se all’inizio rifiuta, deciderà di seguirlo dopo aver ucciso il fratello in un impeto di rabbia. Il motivo per cui il nostro protagonista parte è uno e uno soltanto: redimere i peccati della moglie suicida e i propri (in questi articoli potete leggere perché molti partirono con lo stesso spirito: La crociata dei poveri ; La prima crociata).

Read More