La serie di articoli che inizia con quello di oggi, e che ci terrà compagnia per il prossimo mese, analizzerà la creazione “ex novo” di questa religione, molto in voga nel XX e soprattutto nel XXI secolo, che trova la sua origine, secondo i seguaci, nel corso del Medioevo. Il caso della Wicca è emblematico, non solo per quanto riguarda il medievalismo religioso, ma anche sotto il punto di vista storiografico e rende, a mio parere, ancora più importante lo studio ed il confronto con le fonti utilizzate per creare questa fede.
Com’è stato possibile dare vita a un fenomeno di questa portata? La risposta giusta sarebbe con il tempo e con l’ausilio di personalità che hanno iniziato, dato credito e continuato, un percorso sulla falsa riga della veridicità storica. Per analizzare questa religione oggi partiremo dalle origini, ovvero da Charles Godfrey Leland e dal suo Aradia, il Vangelo delle Streghe (Gospel of Witches), per poi continuare nelle prossime settimane con Margaret Murray e la manipolazione delle fonti, Gerald Gardner e l’inizio di una nuova era e, per finire, Wicca, la religione delle streghe.
Read More