Questa settimana cade l’anniversario della battaglia di Hastings, una delle più ricordate della storia medievale, pertanto il personaggio storico di oggi non poteva che essere il suo più conosciuto protagonista: Guglielmo I d’Inghilterra, detto Il Conquistatore.
Guglielmo nacque tra il 1027 e il 1028 nella città di Falaise, figlio di Roberto I di Normandia da cui ereditò il ducato già nel 1035, all’età di circa otto anni. Dieci anni dopo (nel 1048) riuscì a sedare una rivolta in Normandia con l’aiuto del re Enrico I di Francia e, per par condicio, aiutò il sovrano francese contro Goffredo Martello, conte d’Angiò. In breve tempo divenne uno dei più potenti feudatari e consolidò il suo potere con grandi battaglie (e conseguenti vittorie) a Mortemer e Varaville contro Enrico e con piccoli successi su Goffredo d’Angiò. Da politico astuto quale era cominciò lentamente la conquista della Normandia: alla morte del conte d’Angiò approfittò di problemi di successione per occupare il Maine e consegnarlo al precedente e legittimo signore Egberto, ma alla sua morte (1063) Guglielmo si autoproclamò conte.
Il suo matrimonio con Matilde, figlia di Baldovino di Fiandra, aveva fatto sì che, alla morte del re d’Inghilterra Edoardo il Confessore (1066), il titolo ereditato da questo matrimonio fosse un’ottima premessa per un’ambizione più grande: diventare re d’Inghilterra.

Read More