HAJI: pellegrinaggio, uno dei cinque arkan, «pilastri» dell’Islàm.

HALLENKIRCHE: tipologia di chiesa del periodo gotico adottata dagli ordini mendicanti, in cui le navate laterali sono alte come quella centrale e di conseguenza è assente il matroneo e l’illuminazione proviene dalle finestre.

HANAFITA: appartenente alla scuola giuridica (madhhab) fondata da Abu Hanifa (m. 767), diffusa oggi nel subcontinente indiano e in Turchia.

HAREM: dall’arabo harim, «luogo consacrato, inviolabile». Indica l’appartamento, o la parte di una casa o di un palazzo, riservato alle donne, e inaccessibile agli uomini salvo quelli della famiglia.

HILALIANO: relativo all’antica tribù dei Banu Hilal che nell’XI secolo invase il Nordafrica.

HUSSITISMO: movimento cristiano di riforma sorto in Boemia alla fine del sec. XIV secolo fortemente promosso da Jan Hus, che ne divenne il capo, e fu quindi scomunicato e arso vivo nel 1415. Il movimento, fondato sul ritorno al vangelo, alla Chiesa primitiva, alla povertà, nell’autonomia dalla Chiesa di Roma, e sorretto anche da ideali politico-sociali repubblicani e democratici, dopo lunghe lotte e guerre, interne ed esterne, fu riconosciuto dal re Sigismondo nel 1436.