Ho amato De André fin da piccola, mi ricordo che con il mio primo walkman ascoltavo La canzone di Marinella e La città vecchia in continuazione, affascinata dalla musica ma non capendo ancora del tutto il loro testo. Il testo delle sue canzoni l’ho iniziato a comprendere da più grande e ancora non completamente. De André è sempre da scoprire.
Ero già all’università quando ho ascoltato per la prima volta Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers (nota anche semplicemente come Carlo Martello): argomento e musica mi hanno subito riportata al mio amato Medioevo.
Anche se ora è molto conosciuta, quando fu lanciata in un 45 giri (con Il fannullone, unico altro brano scritto insieme a Villaggio) nel 1963 Fabrizio non era famoso. Ancora doveva uscire  La Canzone di Marinella, che lo avrebbe portato al successo, e il disco passò del tutto inosservato. La canzone venne poi riarrangiata nel 1967 per l’album Volume I, in cui Faber interpreta la pulzella con accento bolognese.

Read More