Noi già conosciamo un Filippo il Bello, stiamo parlando del re di Francia, protagonista (tra i tanti episodi) della disputa con Bonifacio VIII. Ma forse in pochi conoscono un altro Filippo, anche lui conosciuto come il Bello. Stiamo parlando di Filippo I D’Asburgo, arciduca d’Austria e sovrano di Castiglia. 

Rispetto al sovrano francese, tuttavia, Filippo d’Asburgo ha vissuto in un altro periodo storico. Infatti, ci spostiamo tra il XV secolo e il XVI secolo. Filippo I D’Asburgo nacque nel 1478 a Bruges, figlio primogenito di Massimiliano d’Asburgo e di Maria di Borgogna. Quest’ultima venne a mancare nel 1482 e Filippo, già da piccolo, divenne erede della corona dei Paesi Bassi. 

Inoltre, appena maggiorenne, nel 1496, convolò a nozze con Giovanna I di Castiglia, figlia dei sovrani cattolici Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia. I due sovrani cattolici Isabella e Ferdinando avevano provato a stabilire un’alleanza tra il Portogallo, l’Inghilterra e gli Asburgo. Il loro obiettivo era quello di opporsi alla potenza della nazione francese, la quale puntava all’egemonia sul mar Mediterraneo. La loro figlia Giovanna nacque nel 1479 e a soli diciassette anni si sposò con Filippo. Passò alla storia come Giovanna la pazza e si guadagnò questo soprannome a causa delle maldicenze portate in giro dal marito che la dichiarò mentalmente instabile per poter sfruttare la sua eredità. Questo matrimonio, tuttavia, costituì il legame tra la casata di Spagna e la famiglia degli Asburgo,  che sarà alla base del governo del loro figlio, il sovrano Carlo V. 

Facendo un passo indietro, sappiamo che nella penisola spagnola esistevano cinque Stati, nel 1469, tuttavia, il matrimonio tra Isabella e Ferdinando sancì l’unione delle corone e fu alla base della formazione di una monarchia nazionale, che si consolidò nel 1492 con la conquista del regno di Granada e, infine, nel 1512 con l’annessione del Regno di Navarra. 

Il nostro Filippo nel 1502 divenne successore (assieme alla moglie) della corona di Saragozza e Toledo, essendo morti i due figli maschi eredi di Ferdinando e Isabella. 

Nonostante questa decisione, l’arciduca si scontrò con le decisioni dei sovrani spagnoli, decidendo, per dispetto, di seguire un’altra strategia d’azione contro la già citata Francia, contrariamente a quella di Ferdinando, il quale, nel 1500, aveva firmato con il sovrano Luigi XII il trattato di Granada ponendo una tregua. Inoltre il matrimonio con Giovanna navigava in cattive acque e si parlava di una malattia della figlia, tanto che quando Isabella di Castiglia morì nel 1504, quest’ultima scelse di lasciare la reggenza del regno di Castiglia al marito, togliendola a Giovanna e di conseguenza al nostro Filippo. Temendo una guerra civile, fu poi lo stesso Ferdinando a cedere il regno a Filippo nel giugno del 1506, decidendo di firmare un documento che sosteneva che Giovanna fosse insana di mente e incapace di governare.  Il regno di Filippo, tuttavia, durò poco perché il 25 di settembre 1506 Filippo morì improvvisamente a Burgos, in Spagna. Dopo la morte di Ferdinando d’Aragona, nel 1516 ereditò il regno il figlio di Filippo, il celebre e conosciuto Carlo V di Spagna. 

 

Eleonora Morante

 

PER APPROFONDIRE: 

Felipe I, el hermoso 

Adriana Assini, Juana I di Castiglia, Enciclopedia delle donne

Filippo il Bello, arciduca d’Austria, re di Castiglia, Enciclopedia Treccani

Alfio Cortonesi, Il Medioevo. Profilo di un millennio, Carocci editore 2014

Share This Story, Choose Your Platform!

Written by : Redazione

Iscriviti alla nostra Newsletter

Leave A Comment