Cari amici medievaleggianti, oggi siamo molto felici di recensire il libro del nostro amico e collega Alessio Innocenti, Medioevo immaginato edito da Rizzoli nel 2024. Il volume, come ci lascia intendere il titolo, ci parla di quel Medioevo che abbiamo imparato ad amare grazie all’immagine che di questo periodo storico ci hanno trasmesso l’arte e i vari prodotti di intrattenimento.

Il libro di Innocenti è interessante per diversi motivi, e ovviamente non lo stiamo dicendo perché lo conosciamo. Il suo è un piccolo manuale dell’immaginario medievale, con tantissime immagini (più di 50 e a colori) – passate e presenti – che ci aiutano a capire come si sia formato dentro di noi questo particolare Medioevo. Un saggio scorrevole e ben organizzato, che si lascia leggere sia dagli addetti ai lavori – che in questo libro trovano il loro ‘bignami’ di riferimento – sia dal grande pubblico appassionato o incuriosito dal Millennio.

Per darvi solo un assaggio di quanto questo libro sia interessante, condivido con voi l’indice e vedrete se non mi darete ragione! L’opera è divisa in otto capitoli, che sono le grandi macroaree tematiche riguardanti l’immaginario medievale: 1. Cavalieri, re, maghi; 2. Draghi, sirene, sciapodi; 3. Scheletri danzanti e incontri inquietanti; 4. Chiostri e manoscritti miniati; 5. Giardini e rovine gotiche; 6. Cattedrali, castelli, palazzi; 7. Sogno e nostalgia; 8. Fate e regni incantati.

Come vi dicevo, e non vi svelerò oltre, un manuale che ci accompagna alla scoperta dell’origine del nostro immaginario medievale, senza però dimenticarsi di fornirci gli strumenti e i rimandi utili a vedere la come si sia evoluto dal “vero” Medioevo ad oggi. Medioevo immaginato è il testo da cui partire per capire cosa sia il medievalismo, un manuale che ci spiega come interpretare l’immaginario e ci spinge ad approfondire tutti gli aspetti che tratta.

Molto bella anche la piccola rubrica “Un minuto di Medioevo”, approfondimenti di un argomento presente per ogni tema trattato nel volume, e l’appendice finale, dove per ogni capitolo ci vengono indicati: luoghi da visitare e film e serie tv. Ottimi spunti per tutti. Curiosità: #unminutodiMedioevo è una rubrica che Innocenti tiene anche sui suoi canali social, perciò se volete approfondire non vi resta che andare a cercarlo!

Partite da questo libro e approfondite ciò che più vi interessa, sia se siete già degli addetti ai lavori sia se siete dei semplici curiosi. E’ una lettura che non vi annoierà!

 

Martina Corona

Share This Story, Choose Your Platform!

Written by : Redazione

Iscriviti alla nostra Newsletter

Leave A Comment